SALARIO MINIMO GARANTITO

SALARIO MINIMO GARANTITO

di Paolo Rada Jafar

 

La tematica relativa all’introduzione anche in Italia, sulla scorta per altro di quanto già avviene in molti paesi europei,del reddito di cittadinanza o salario minimo garantito non è una questione che si può dirimere facilmente.Fondamentalmente i fautori dell’introduzione di questa misura affermano che essa servirebbe a “garantire le fasce deboli”,ad impedire il perpetuarsi di situazini di povertà cronica.Visto da questo punto da vista come non dar ragione ai fautori e ai teorizzatori di questa misura.Ma d’altro canto coloro i quali si oppongono,invece all’introduzione del salario minimo garantito affermano che esso andrebbe contro un principio fondamentale di giustizia cioè che non è equo che colui il quale non compie nessuan opera,non lavora percepisca un reddito al pari di colui il quale invece lavora e dunque percepisce un salario se lavoratore dipendente o ha un guadagno su quanto investito se imprenditore.Visto da questo punto di vista come non dare ragione a coloro i quali si oppongono all’introduzione di siffatta misura.
E’ quasi impossibile dirimersi in siffatta controversia…
Forse la storia ci può aiutare a uscire fuori da questa sacca dialettica:Roma imperiale instaurò anch’essa una misura simile al salario minimo garantito:periodicamente veniva dato del grano ,vettovaglie alla plebe del suburbio la quale divenne da popolo consapevole della propria dignità(cittadini) a sottoproletariato fannullone e senza dignità,sempre prono ai valori dell’imperatore di turno il quale così si garantiva una sorta di stabilità sociale al prezzo però dell’annientamento ontologico dell’essere di quelle persone,le quali subirono una sorta di caduta antropologica divenendo da uomini seppur poveri ,ma dignitosi consapevoli del proprio essere uomini a quello di plebaglia mantenuta oziante.
Il lavoro salariato dà dignità?Noi non affermiamo in maniera categorica questa asserzione (il lavoro salariato è anche sfruttamento,ma non solo sfruttamento) ,ma altresì affermiamo che l’indipendenza economica derivante dal frutto del proprio lavoro,seppur salariato,rende l’uomo responsabile,onora la sua persona,mentre invece un salario di stato ,quale rendita (salario minimo garantito),o quale stipendio per finti lavori(l’amministrazione pubblica è piena di casi simili…)annulla la personalità e la dignità dell’essere umano il quale è così trasformato in individuo-massa sempre pronto a genuflettersi allo stato papà che passa la mancetta mensile.
Non è che magari coloro i quali propugnano l’introduzione di questa misura sotto sotto mirano alla creazione di una immensa plebaglia ,la quale buona ,buona accetterrà tutti i vari diktat che i governi di turno faranno ingurgitare al popolo…?Non è questa misura un attacco contro la persona…?
Paradossalmente potrebbe avvenire questo:il disoccupato senza un soldo,senza una casa è potenzialmente un ribelle (ed avere dunque una sua personalità),mentre invece il mantenuto a cui lo stato papà elargisce 4-500 euri mensili, con magari una piccola casa popolare oltre a divenire da persona individuo (magari impiegando il suo tempo in atttività non certo consone alla dignità umana :alcolismo docet…),diverrà il cane da guardia del sistema ,diverrà colui il quale se il sitema dovesse venire meno vedrebbe perdere quel poco,quelle briciole che lo stato da a lui…Non è che questa massa sarà la prima ad accorrere al ,parafrasando Orwell,il minuto d’odio che il sistema via via riserva ai propri nemici ideologici,politici,religiosi?
Et voilà:due piccioni con una fava :distruzione della persona,degradazione antropologica e contemporaneamente far si che una massa con pulsioni potenzialmente ribellistiche (non diciamo rivoluzionaria..) non solo venga annullata,irretita ,resa inoffemsiva,ma si trasformi in pretoriani del regime stesso.
Gli Stati Uniti d’America da sempre all’avanguardia sono passati dall’idea del reddito di cittadinanza a quella di dare la stessa agli stranieri dopo un periodo di permanenza nell’esercito,essendo sempre minore il numero di cittadini WASP disposti a morire nelle varie guerre scatenate dagli USA stessi in ogni parte del mondo.
E’ veramente stupefacente come il mondialismo riesca a capovolgere l’aggressività ribellistica degli ultimi della classe in sonnolenza oziosa con relativa perdita della dignità della persona attraverso il salario minimo garantito o addirittura utilizzare quella carica d’odio e di violenza ai fini della salvaguardia del regime stesso o nel caso degli Stai Uniti d’ America convogliarla e dirigerla in funzione dei propri obiettivi, ovvero verso i nemici degli Stati Uniti stessi .

Author Description

caposaldo